Matrimoni

Matrimonio: ma perchè stupire?

Un matrimonio anche se semplice deve avere stile, buon gusto e cura del dettaglio

Il matrimonio è sì un momento di festa, deve essere però un momento che non piaccia solo agli sposi,  deve saper accontentare anche i gusti degli invitati.

Se ad esempio la maggioranza sarà composta da persone anziane si opterà su qualcosa di più tradizionale scegliendo magari una location facilmente raggiungibile, scegliendo ad esempio un repertorio musicale con revival e così via….

E’ indice di classe e ricercatezza considerare tutti quei dettagli tali da rendere confortevole la permanenza dei Vostri invitati al ricevimento nuziale.

Ho visto una sposa in un programma creare il Suo ricevimento come se fosse una festa per motociclisti….c’è stata da parte sua soprattutto una mancanza di riguardo per gli invitati “non motociclisti” e per quelli più anziani..senza contare l’eccesso e la mancanza di gusto…
Per il ricevimento poteva andare bene una location magari un pò rustica o optare sul moderno e mantenere il tema “moto” ad esempio per i nomi dei tavoli, creando magari dei segnaposto a forma di moto…è pur sempre un evento nuziale e deve comunque rispecchiare un minimo di eleganza e di ricercatezza!!
 

La raffinatezza e l’eleganza non è sinonimo di grandi spese per stupire gli invitati: basta curare i singoli dettagli per avere un evento se pur semplice, indimenticabile.

E credetemi è possibile seguire il tema che più piace senza però eccedere nel cattivo gusto!!
Come wedding planner spesso cerco di correggere e di indirizzare gli sposi verso scelte conformi ai loro desideri anche per quel che concerne  la cura del particolare e del dettaglio, considerando i loro gusti ma sempre con un occhio di riguardo anche a quelli di coloro che saranno i loro invitati.
Con il “fai da te” gli sposi non si rendono spesso conto della mancanza di filo logico di ciò che stanno organizzando, a volte basta davvero poco per rendere l’evento più elegante e con un certo filo logico.

4 thoughts on “Matrimonio: ma perchè stupire?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *