Matrimonio: velo sì o velo no?

E’ questo un dilemma che attanaglia tutte le spose…

Ovviamente e sempre lo ripeto dipende dai propri gusti personali, la wedding planner e/o il/la professionista potrà solamente darVi dei consigli più o meno validi.

Sicuramente una considerazione bisogna farla: la maggior parte degli abiti da sposa d’oggi sono molto scollati e lasciano nude spalle e braccia, cosa da non sottovalutare soprattutto se il matrimonio è religioso. All’interno degli edifici religiosi e non solo cattolici è spesso vietato entrarVi con spalle scoperte. Il velo può coprirle anche se sarebbe opportuno chiedere sempre se non il caso di indossare anche un coprispalle o una stola.
Il velo rappresenta insieme all’abito la tradizione. Si indossa solitamente solo in Chiesa facendo da “contorno” alla bellezza dell’abito. Magari sceglietene uno facile da togliere dopo la cerimonia in Chiesa facendovi sempre aiutare e stando attente alla Vostra pettinatura.

Che modelli esistono?

Ce n’è un’infinità, gli stilisti ne “sfornano” una moltitudine tutti gli anni. Ne esistono lunghi corti che coprono o meno le spalle (in questo caso direi che coprispalle o stola sarebbe opportuna…), di materiale più o meno prezioso e ricercato. Attualmente si tende all’utilizzo del pizzo anche per il velo.
Ovviamente questa non è la sede adatta per un trattato completo sui veli da sposa ma consiglierei di scegliere veli più o meno lavorati a seconda della tipologia dell’abito.
Se siete invece più anticonformiste opterei invece per delle mollette e dei ferma capelli. Sono molto decorative oltre che servire per fissare la pettinatura.
Anche in questo caso ci si può sbizzarrire…cercando però sempre accessori che non siano in contraddizione con il Vostro stile.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *