Matrimoni

Wedding planner: idee errate

Anche se la figura del wedding planner comincia ad essere conosciuta si hanno spesso idee errate su ciò che facciamo.

Spesso si pensa al wedding planner come a quel professionista che intende rivoluzionare le idee degli sposi e di conseguenza il loro matrimonio.

Nulla di più sbagliato! Organizzare un matrimonio per un wedding planner significa ascoltare in primo luogo gli sposi per aiutarli quindi a sviluppare le loro idee e realizzare quindi il loro matrimonio. Gli sposi verranno coinvolti in tutto e per tutto!!

Altra idea sbagliata è quella di pensare che il wedding planner mostri da subito i nomi dei fornitori ai quali si appoggia

Oppure spesso chiedono “E’ possibile conoscere i costi almeno approssimativamente?”

Qualche indicazione la si può dare tramite un prospetto budget che altro non è che dei parametri di costo, ma l’analisi del budget su ciascuna voce verrà formulata e i nomi dei fornitori nel dettaglio verranno dati solo alla firma del contratto.

Fornire nomi prima della firma del contratto non è corretto, ma non perchè tali nomi siano top secret, ma semplicemente perchè si rischia di essere by passati dagli sposi. E purtroppo, causa persone poco corrette, dobbiamo comportarci in questo modo con tutti i possibili clienti. Siamo  professionisti e il nostro lavoro non è un hobby!

Per quel che concerne i preventivi stesso discorso: possiamo fornire dei costi indicativi ma richiedere preventivi dettagliati ai fornitori comporta del lavoro e del tempo che va pagato!

Il preventivo che il wedding planner presenta alla coppia è quello relativo al suo lavoro.

Il nostro compito tra gli altri sarà quello di trovare la soluzione più consona alle esigenze della coppia,  partendo da un prospetto di gestione del budget.

Cercare fornitori, consigliare, progettare, pianificare e realizzare l’evento è in poche parole la nostra attività. O meglio è un riassunto del nostro lavoro che è veramente molto articolato.

Mentre il singolo fornitore si occupa del suo “ruolo” all’interno del matrimonio (ad esempio in fotografo si occuperà di realizzare foto di qualità, il fiorista di realizzare gli allestimenti floreali ecc..) noi wedding planner dovremo occuparci della gestione dell’evento nella sua interezza e quindi anche gestire i singoli fornitori a fini organizzativi (ad esempio organizzare la timeline dell’evento, quando arriverà il fornitore ecc..)

A volte gli sposi si comportano come se la firma del contratto fosse un inganno.

Il contratto è una sicurezza sia per gli sposi che per il wedding planner e soprattutto dimostra serietà e correttezza del professionista che gli sposi hanno di fronte

4 thoughts on “Wedding planner: idee errate

    1. Certamente si può anche capire il matrimonio è un momento importante per la coppia. Un wedding planner professionista è da considerare una presenza, utile e non invadente, che supporta gli sposi nell’organizzazione dell’evento…

  1. All’inizio, non comprendevo la figura del wedding planner. Adesso capisco che può essere utile per far si che quel giorno trascorra sereno e con pochi pensieri, malgrado l’ansia che credo sia normale.
    Si, mi sembra corretto in questi casi non dare i nomi dei fornitori, per non essere sorpassati dagli sposi. Solo che in questo malaugurato caso, mi verrebbe da pensare come mai non abbiano cercato loro dei fornitori a buon mercato.
    Il lavoro che fate voi, è l’insieme di tempo e organizzazione, per cui è normale che venga pagato.
    Buon lavoro!

    1. Purtroppo succede che ci sono alcuni sposi che pensano sia più semplice venire a chiedere alle wedding planners. Internet è pieno di offerte e chiedere a noi è in questo caso più semplice. Ma il nostro lavoro non si limita alla ricerca dei fornitori ma comprende tutte le fasi organizzative ed è sicuramente un lavoro più complesso.
      E’ un tentativo che fanno questi sposi per avere informazioni senza pagare…fortunatamente molti non sono così!! E’ facile capire le intenzioni degli sposi e nel primo caso meglio perderli perchè il loro obiettivo è carpire informazioni e non chiedere un aiuto effettivo per l’organizzazione del matrimonio. Aiuto che è lavoro e come tale va pagato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *